Anci Lombardia LogoRegione Lombardia Logo

Contrasto evasione fiscale

A partire dall’anno 2005 diversi provvedimenti di legge hanno cercato di creare una sinergia tra Agenzia delle Entrate, Guardia di Finanza e Comuni nell’accertamento dei tributi erariali. Ai Comuni è riservata la possibilità di trasmettere “Segnalazioni qualificate” nei confronti di soggetti per i quali siano altamente probabili situazioni di evasione o elusione. Se successivamente l’azione della Guardia di Finanza o dell’Agenzia delle Entrate va a buon fine, il recupero di imposta viene trasferito ai Comuni.

Il D.L. n. 203/2005ha stabilito " il riconoscimento di una quota pari al 33 per cento delle maggiori somme relative a tributi statali riscosse a titolo definitivo nonché delle sanzioni civili applicate sui maggiori contributi riscossi a titolo definitivo, a seguito dell'intervento del comune che abbia contribuito all'accertamento stesso".

La Legge n. 42/2009 sul federalismo fiscale, all’art. 26, ha poi attribuito a Regioni, Province autonome e Comuni nuove competenze nell’azione di contrasto all’evasione fiscale dei tributi erariali, regionali e degli enti locali, prevedendo l’adozione di forme di reciproca integrazione delle basi informative, tra esse e lo Stato, nonché di diretta collaborazione volta a fornire dati ed elementi utili ai fini dell’accertamento dei tributi.

Con il D.L n. 138/2011, la quota di tributi statali riconosciuta ai Comuni che partecipano all’attività di accertamento è stata elevata al 100 per cento in riferimento al quinquennio 2012 – 2017. Infine, il comma 8-bis del D.L. 193/2016 ha confermato la premialità del 100 per cento fino all’anno 2019.

L’attività di contrasto all’evasione fiscale è fondamentale, non solo perché può garantire delle entrate ai Comuni, ma anche perché l’evasione sottrae risorse necessarie al funzionamento della res publica. L’evasore fiscale ruba due volte: la prima volta perché non contribuisce al finanziamento dello Stato e all’erogazione dei servizi pubblici; la seconda volta perché ugualmente fruisce dei servizi pubblici erogati dalla pubblica amministrazione, che non ha contribuito a finanziare. Purtroppo, il mancato pagamento di tasse e tributi non viene (nella maggior parte dei casi) particolarmente stigmatizzato nella cultura italiana: l’impegno degli amministratori locali nel contrasto all’evasione fiscale potrebbe quindi anche promuovere una diversa percezione del fenomeno da parte dei cittadini-elettori.

In collaborazione con

Logo Avviso PubblicoLogo Fondazione CariploLogo La Banda degli OnestiLogo Manager White List